SCUOLA DELL'INFANZIA PLESSO "CAMPOSCIELLO"

Viale dei Pini - tel 0823 467279

La costruzione del plesso risale agli inizi del 1990. Sospesi fin da subito per motivi burocratici,  i lavori sono stati ripresi solo nel 2005 e ultimati  il 14 settembre del 2011 quando la struttura è stata dichiarata agibile. L'edificio, conforme alle norme sismiche, si sviluppa su un solo livello con aule in linea a configurazione ad L. E' costituita da 10 ampie aule e numerosi spazi verdi che danno la possibilità ai bambini di svolgere attività didattiche all'aperto. Nel cuore della struttura è presente anche un teatro comunale che ha una capienza di oltre 250 posti a sedere. Il 30 settembre del 2011 il plesso è diventato operativo a tutti gli effetti con una solenne cerimonia di inaugurazione cui hanno preso parte oltre alla Dirigente Scolastica dott.ssa Vincenza Della Valle, il Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale dott. Diego Bouché, il Dirigente dell'USP di Caserta dott. Maurizio Piscitelli,  il Sindaco del Comune di Recale dott. Americo Porfidia, i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale, numerose autorità, docenti, bambini e la cittadinanza intera.

Galleria fotografica

foto camposciello_016   foto camposciello_018   foto camposciello_019

   Ingresso principale                   Atrio                            Corridoio

foto camposciello_024   foto camposciello_025   foto camposciello_021

  Lab. psicomotricità               Aula video                Spazio esterno attrezzato

foto camposciello_010   foto camposciello_006   foto camposciello_008

   Padiglione nord               Padiglione centrale        Esterno teatro/auditorium 

E' un ambiente educativo, rispettoso dell'età, dei tempi di apprendimento e della unicità di ciascun bambino.

La metodologia della scuola dlell'Infanzia riconosce come suoi connotati essenziali:

  1. La valorizzazione del gioco come fonte di primo strumento attraverso il quale il bambino sperimenta, esprime la sua creatività, acquisisce le prime regole sociali e morali, regola le sue emozioni e, attraverso il rapporto con gli altri bambini, manifesta bisogni, desideri e sentimenti.
  2. L'esplorazione e la ricerca proponendo esperienze che muovono dalla curiosità del bambino, stimolandolo a confrontare situazioni, a formulare ipotesi, ad adattarsi creativamente alla realtà
  3. La vita di relazione proponendo attività nel piccolo e grande gruppo, instaurando un rapporto positivo con i bambini e rispondendo adeguatamente ai loro bisogni.
  4. la mediazione didattica, uso di strategie e strumenti per promuovere lo sviluppo e l'apprendimento nel bambino; uso di materiali e non, uso di esperienze e situazioni adeguate.
  5. Il dialogo continuo utile per il confronto, lo scambio, l'arricchimento reciproco, per stimolare la discussione e valorizzare "il pensare con la propria testa" sviluppando il senso critico, per rendere il bambino sempre coprotagonista del suo crescere.
  6. Il lavoro di gruppo e le attività laboratoriali consentono percorsi esplorativi dove si uniscono i saperi disciplinari a quelli di ricerca e verifica, dove si imparano negoziazioni e dinamiche comunicative caratterizzate dalla disponibilità, dalla calma, dalla condivisione cognitiva ed emotiva
  7. la documentazione, che permette all'insegnante di ricostruire l'itinerario educativo

 

1^ sez. CONIGLIETTI          (3 anni)           
2^ sez. DELFINI (4 anni)
3^ sez. SCOIATTOLI (5 anni)
4^ sez. GATTINI (3 anni)
5^ sez. PINGUINI (4 anni)
6^ sez. CAGNOLINI (5 anni)
7^ sez. ORSETTI (4/5 anni)
8^ sez. PESCIOLINI (4/5 anni)
9^ sez. COCCINELLE (3 anni)
10^sez.  PULCINI (4 anni)

Ogni sezione è gestita da due insegnanti che sviluppano la programmazione didattica annuale.

All'interno della sezione sono organizzati angoli-gioco con caratteristiche di autonomia rispetto alla totalità dell'ambiente e rappresentano precisi punti di riferimento affettivo-relazionale.

Esempi di angoli-gioco:

- l'angolo della lettura e dell'ascolto, organizzato con scaffali o ripiani, su cui posizionare testi didattici ricchi di stimoli visivi e audio

- l'angolo della casa delle bambole, strutturwto con la cucina e i suoi accessori, strumenti per la pulizia, culla e passeggini con bambole, telefono e ogni altro giocattolo od oggetto che permetta al mabino di assumere ruoli familiari.

- l'angolo delle costruzioni e degli incastri, che mette a disposizione dei bambini costruzioni di diverse dimensioni, forme e materiali, giochi ad incastro verticali ed orizzontali di legno, plastica o gomma.

- l'angolo della manipolazione, plastilina, DAS e pasta di sale per creazioni di fantasia

- Laboratorio (Teatrale - Linguistico - Manipolativo/Creativo - Grafico/Pittorico)

Il laboratorio è lo spazio privilegiato per il bambino, all'interno del quale si possono fare nuove esperienze con l'ausilio di materiali non utilizzabili nella didattica di sezione. L'attività di laboratorio è aiuto concreto a ricercare, inventare, promuovere nuovi modi di fare cultura.

Le attività per gruppi omogenei o eterogenei sono gestite da uno o più insegnanti.

Le attività vengono scelte con modalità diverse, allo scopo di rendere più efficace il progetto educativo, anche in relazione ai diversi ritmi, tempi e stili di apprendimento, alle motivazioni e agli interessi dei bambini:

- attività di gruppo in sezione

- attività di piccolo gruppo

- attività per gruppi di età omogenea

- attività di laboratori e di sezioni aperte

L'offerta formativa prevede progetti per le seguenti attività:

- psicomotoria

- inglese

- educazione all'ambiente

- educazione alimentare

- espressività e creatività

- educazione interculturale

Sono, inoltre, previste uscite programmate per la scoperta e la conoscenza dell'ambiente in cui si vive.

Nei laboratori si utilizzano materiali di recupero strutturati e non.

GIORNATA TIPO

7,45 - 8,15

Pre-scuola (solo per chi ne fa richiesta). I Bambini sono accolti dalle insegnanti presenti secondo turni nell'atrio/salone.

8,15 - 9,15

Accoglienza. Ciascun bambino di tre anni viene accolto dall'insegnante nella sezione di appartenenza. I bambini di 4 e 5 anni vengono accolti nell'atrio/salone. I bambini si organizzano in giochi individuali o di piccolo gruppo spontaneo. Alle 9,15 vengono riordinati e accompagnati in sezione

9,15 - 10,30

Prima attività. Ci si prepara per un momento di ritrovo, per rilevare le presenze, fare il calendario. Ci si reca ai servizi igienici per dedicarsi alla cura di sè, successivamente viene distribuita una merenda. Si da spazio alla conversazione e si presentano le attività della giornata.

10,30 - 11,30/11,45

Seconda attività. Si svolgono le attività in sezione per gruppi eterogenei, in sezione e/o attività di laboratorio per gruppi omogenei negl spazi appropriati.

11,30/11,45 - 12.00

Pre-pranzo. Ci si prepara per il pranzo che viene consumato nelle sezioni

12,00 - 12,45

Pranzo. I bambini sono invitati ad assaggiare tutti i cibi proposti e ad assumerne la giusta quantità.

13,35 - 15,30

Terza attività. Si portano a termine le attività del mattino oppure se ne propongono altre meno impegnative. I n alternativa i bambini possono usufruire liberamente degli angoli strutturati (cucina, morbido, ecc.), singolarmente o in piccolo gruppo.

15,00 - 15,30

Pre-uscita. Merenda. Si riordina e ci si prepara ad attendere l'arrivo dei genitori

16,15 - 16,45

Post-scuola (solo per chi ne fa richiesta)

La scuola dell'Infanzia attua un progetto di accoglienza che avviene a più livelli:

  - Accoglienza dei nuovi iscritti

  - Accoglienza alunni di origine straniera

  - Accoglienza quotidiana

Accoglienza dei nuovi iscritti

  - Accoglienza di tutti i nuovi iscritti il 2° giorno di scuola nella sezione di appartenenza per un primo       approccio conoscitivo e l'inizio di una costruzione di un reciproco rapporto di fiducia;

  - Frequenza, nei primi giorni di scuola, con un orario ridotto, la cui durata viene concordata con le insegnanti tenendo conto delle esigenze dell'alunno

  - Attuazione per circa 15 giorni di un orario di contemporaneità delle insegnanti

Accoglienza alunni di origine straniera

Gli alunni di origine straniera vengono accolti secondo le seguenti modalità:

  - Prima conoscenza della storia personale del bambino attraverso un colloqio con i genitori;

  - Individuazione della sezione in cui l'alunno deve essere inserito e realizzazione di attività che ne favoriscano l'integrazione.

Accoglienza quotidiana

I bambini di 4/5 anni vengono accolti nell'atrio dalle rispettive docenti

I bambini di 3 anni vengono accolti nella sezione.

Notizie

URP

Istituto Comprensivo Statale di Recale

Viale Europa 3 - Recale (CE)

0823464708

 0823464708

CEIC85900E@istruzione.it

PEC: CEIC85900E@pec.istruzione.it

Cod Mecc. CEIC85900E
CF 93077990617
iPA istsc_CEIC85900E

Social

Area riservata